• Estetista curiosa

Il Tessuto Adiposo

Il #tessutoadiposo o per meglio dire organo adiposo è la nostra riserva di grasso ma non solo.

Sempre più studi e ricerche imputano a questo tessuto la responsabilità della comparsa della cellulite, ma è solo un aspetto perché su questo particolare organo ci sono tanti aspetti che non conosciamo e sottovalutiamo.

L’organo adiposo è formato da cellule che si chiamano #Adipociti ed ha un ruolo importante in diverse attività e funzioni del nostro corpo:

  • #regola il metabolismo

  • modula il sistema immunitario e riproduttivo

  • contribuisce a gestire la produzione di alcuni ormoni

  • protegge il nostro corpo dalle intossicazioni, comportandosi come una spugna


Esistono due/tre tipi di Adipocita, quello Bruno, bianco e uno intermedio.

L’ adipocita Bruno ha questo nome perché osservato al microscopio ha un aspetto scuro, è formato da pochissime particelle #lipidiche con molti mitocondri. La sua funzione è proprio quella di produrre calore bruciando le calorie. È molto presente nei neonati che poi a poco a poco perdono e nelle persone che vivono in posti freddi.

L’adipocita bianco invece ha una forma sferica, al suo interno il grasso occupa quasi tutto lo spazio, lasciando solo una piccolissima parte al #nucleo e ai mitocondri, per questo appare bianco e la sua funzione è quella di contenere gli acidi grassi che introduce nel nostro corpo.

Infine l’Adipocita intermedio in grado di trasformarsi da bianco a Bruno a seconda delle necessita anche se per piccole quantità.




Ma dove si accumula il #grasso corporeo??





Esistono diversi distretti corporei dove il #grasso può accumularsi, molto spesso influenzate da diversi fattori. La #conformazione a “#pera” o a “#mela” tipiche di donne o uomini sono legati alla differente quantità di grasso essenziale tra i due sessi e dagli ormoni (#estrogeni) che influenzano fortemente la distribuzione del grasso, su #pancia piuttosto che fianchi o cosce, si aggiunge una minor vascolarizzazione di queste zone che fa si che sia l’ultimo grasso che il corpo eliminerà.

Il grasso essenziale è la riserva #lipidica che non deve essere mai intaccata in quanto fa da supporto agli organi interni, solitamente le donne hanno un 8-12% del proprio peso corporeo e gli uomini 3-5%, questa differenza è legata all’utilizzo di queste scorte in più durante la gravidanza.

Grasso #intramuscolare: sono piccole quantità che a seconda della attività fisica aumentano o diminuiscono, solitamente è anche il primo ad essere utilizzato durante un #attività #fisica moderata.

Grasso #sottocutaneo: quello che possiamo “vedere”, localizzato sotto la pelle. Non comporta nessun rischio per la salute ed è per questo che l’organismo tenderà a liberarsene per ultimo. È qui che si concentrano una buona parte dei #trattamenti #estetici, anche se non sempre con risultati.



Infine il grasso #viscerale, si trova principalmente nell’addome e tra gli organi interni non è visibile ma è molto pericoloso per la salute, in quanto crea insulino resistenza e aumento dei trigliceridi nel sangue. Il #grassoviscerale è una riserva sostanziale che molto spesso può portare a uno scarso risultato della dieta intrapresa. Inoltre negli ultimi anni si è portata avanti una teoria secondo cui l’adiposità cerchi di mantenere la sua forma sferica quando dimagriamo richiamando al suo interno acqua. Questo potrebbe essere il motivo per cui spesso pur facendo #dieta e attività fisica non vediamo il #risultato sperato ed è anche quello che accade dopo delle #abbuffate.


Da qui si capisce quanto complicato sia questo organo e quanti fattori #influenzano soprattutto il #dimagrimento o la riuscita dell’attività fisica e dei trattamenti estetici

Per ottenere risultati concreti bisogna seguire un programma alimentare adatto che tenga conto di tutto questo, ecco perché anch’io mi faccio seguire da una bravissima biologa nutrizionista, effettuando un’adeguata attività fisica.

Aggiungo un #programmaestetico che tenga conto delle varie fasi che il dimagrimento affronterà che per me significa creare una vera e propria “ricetta” tra varie tecniche di massaggi.



È chiaro da quando detto che non posso intervenire sul grasso corporeo in nessun distretto corporeo ma posso lavorare per stimolante il sistema #pnei (Psiconeuroendocrinoimmunologia) quindi:

Si inizia un drenaggio per eliminare la #ritenzioneidrica , si avrà bisogno di un lavoro sul tessuto connettivo che aiuterà a mobilizzare gli elementi degli scarti metabolizzati nel dimagrimento e ridurre gonfiore, un lavoro di respirazione diaframmatica per migliorare il sistema linfatico e non solo…

La #riflessologia plantare aiuta a stimolare i #sistemi del corpo che miglioreranno le loro attività, le #coppette con la #moxa stimolano i punti dei meridiani che regolano l’attività anch’essi dei sistemi corporei. Una #terapia #caldo/#freddo con #erbe officinali per accelerare il #metabolismo.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Cupping