• Estetista curiosa

Gua sha

Parliamo di un tipo di massaggio che arriva dall’antica tradizione cinese: Il Massaggio gua sha. Ho conosciuto questa tecnica per caso e mi sono subito appassionata, mi piace l’idea di abbinare al massaggio manuale degli attrezzi, in questo caso di ceramica, grazie a questa tradizione ho scoperto un mondo. 𝗗𝗶 𝗰𝗼𝘀𝗮 𝘀𝗶 𝘁𝗿𝗮𝘁𝘁𝗮? Gua significa “strofinare” e Sha “calore” e il Gua Sha nasce all’interno della medicina tradizionale cinese come tecnica di massaggio per il corpo. È un massaggio a sfregamento nato principalmente sulla schiena con l’obbiettivo di portare in superficie dolori e infiammazioni, rimuovendoli dagli organi più interni. Secondo la medicina tradizionale cinese sul dorso ci sono collegamenti con tutto il corpo e quando viene fuori lo Sha, cioè il calore, sotto forma di ecchimosi, vuol dire che in quell’area c'è un’infiammazione, la stessa cosa vale anche per la cupping therapy o coppettazione.

I 𝗯𝗲𝗻𝗲𝗳𝗶𝗰𝗶 del Gua Sha vengono dal calore generato dallo sfregamento che comunica al corpo che c’è una ferita da sanare, l'organismo in risposta comincia ad auto-rigenerarsi, come accade anche nel microneedling. Inizialmente questo massaggio si praticava con coperchi e cucchiai, oggigiorno usiamo vari materiali tra cui le pietre di giada o ceramica per modellare il corpo e ossigenare la pelle. Questa tecnica viene usata per ridefinire il contorno del volto oppure per drenare o per stimolare alcuni punti dell’agopuntura. Molto spesso è abbinata anche la coppettazione il rullo di giada

0 visualizzazioni

© 2023 by FeelGood. Proudly created with Wix.com